Come insegnare Manzoni a scuola

alessandro-manzoniÈ davvero l’uovo di Colombo: per fare in modo che gli studenti del nuovo millennio si appassionino alla lettura de I promessi sposi basta leggere il libro con loro. Senza rimanere nel pantano delle biografie e del contesto storico, senza pagine di critica o percorsi tematici che tengano insieme contemporaneità e personaggi del Seicento, ma andando direttamente sul romanzo, senza alcuna mediazione.

Da più di dieci anni, dall’arrivo del nuovo millennio, il docente di Italiano, di un liceo qualsiasi del territorio italiano, sperimenta questa tecnica con successo e aggiunge ogni anno al suo piccolo progetto un po’ più di sicurezza e, dunque, di efficacia.

L’insegnante incontra I promessi sposi nel programma del primo biennio. Ritroverà Manzoni, poi, nelle pagine del manuale di letteratura del quarto anno. Alle sue classi seconde propone la lettura integrale dell’opera da concludere nelle prime settimane, fra settembre e ottobre, in modo che ci sia continuità e, dunque, maggiore interesse a seguire lo svolgersi della vicenda. Per tale compito, il docente decide di impiegare tutte e quattro le ore settimanali di insegnamento dell’Italiano, preferendo tale procedimento all’“ora settimanale di Promessi Sposi”. Rimanda ai periodi successivi lo svolgimento degli altri argomenti in programma (grammatica, analisi del testo in prosa e del testo poetico ecc.).

L’insegnante conosce i dati. Sa che parte da numeri scoraggianti. Il cinquanta per cento degli italiani non legge un libro all’anno. Il cinquanta per cento dei ragazzi tra i sei e i diciannove anni non legge neanche un libro eccetto quelli scolastici. Si parte da qui, con la convinzione che riuscire a motivare una quindicina di ragazzi (le classi sono in genere di ventisei-ventisette studenti) alla lettura di un libro – I promessi sposi, in questo caso – sarà già un ottimo risultato.

(from MicroMega, Giovanni Petta, 7-09-2014)

Read more

Leave a Reply

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close