FIRENZE: GLI STATI GENERALI DELLA LINGUA ITALIANA. CHE (PER ORA) STA ABBASTANZA BENE

Salone dei Cinquecento

Salone dei Cinquecento

Si è aperto nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio il Convegno sugli ‘Stati generali della lingua italiana nel mondo’. Qual è il ruolo dell’italiano in quest’epoca di trasformazioni tumultuose, di nuove culture che salgono prepotentemente alla ribalta, mentre sembrano declinare antiche e prestigiose civiltà? Pare che il nostro idioma non se la passi poi così male, piazzandosi al quarto o quinto posto nelle statistiche delle lingue più studiate nel mondo; però sul suo futuro gravano anche ombre e preoccupazioni. Ormai le tradizionali ‘lingue di cultura’ sono insidiate non solo dall’egemonia planetaria dell’inglese, ma anche dalla concorrenza delle lingue di paesi emergenti, ben più dinamici di certe illustri nazioni europee che, dopo aver dato in passato uno straordinario apporto di letteratura e di civiltà, lasciano oggi ad altri il primato nell’innovazione scientifica e tecnologica. Ed è noto che lo sviluppo economico è anche il più importante fattore di espansione linguistica.

PALAZZO VECCHIO – Per fare il punto della situazione e suggerire nuove iniziative si sono avvicendati sul palco allestito davanti alla statua di Leone X studiosi provenienti da tutto il mondo, giornalisti e scrittori famosi, imprenditori, esponenti ben noti del mondo dello spettacolo, della politica e della diplomazia, presentati da Lucia Annunziata (cui forse non nuocerebbe – visto l’eloquio talvolta avventuroso e la pronuncia non proprio impeccabile sfoggiata anche in questa occasione – una energica risciacquata dei panni in Arno, o almeno un’attenta compulsazione di un buon manuale di ortoepia). […]

(From FirenzePost, Lucia Lazzerini, 21.10.2014)

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close