Technical Data Sheet

Source text – English

XX Tripropylene Glycol, Acrylate Grade

General Description
Tripropylene Glycol, Acrylate (TPG Ac) Grade is a high-purity tripropylene glycol, manufactured to contain only low levels of carbonyl and peroxide compounds, making it ideal for use as a reactive chemical intermediate in the radiation-cure industry. TPG, a co-product in the high temperature/pressure hydrolysis of propylene oxide with water to form monopropylene glycol, is a colorless, water soluble, low toxicity, low vapor pressure, medium viscosity, hydroscopic liquid with a faint characteristic glycol odor.

The product is available from XX in bulk quantities as a distilled material with a typical assay of minimum 99% purity. A TPG High Purity Acrylate Grade with a typical assay of minimum 99.5% is available in Europe upon request. Our tightly controlled manufacturing process defines the consistent composition and isomer distribution of the product, comprising the following isomers:

1,1′-[(1-methyl-1,2-ethanediyl)bis(oxy)]bis-2-propanol (CAS 1638-16-0)
(sec, sec-tripropylene glycol)
2,2′-[(1-methyl-1,2-ethanediyl)bis(oxy)]bis-1-propanol (pri, pri-tripropylene glycol)
2-[1-(2-hydroxypropoxy)-2-propoxy]-1-propanol (pri, sec-tripropylene glycol)
2-[2-(2-hydroxypropoxy)-propoxy]-1-propanol (CAS 45096-22-8) (pri, sec-tripropylene glycol)

Applications
Tripropylene Glycol, Acrylate Grade is specifically designed for use as a raw material for radiation curable formulations. It is typically reacted with acrylic acid in an esterification reaction to form tripropylene glycol diacrylate, an important ingredient in the fast growing radiation cure industry. TPG diacrylate is used as a reactive diluent to lower the viscosity of formulations prior to application. Radiation curing is used for printing inks, varnishes, paints and coating applications and offers several advantages, including no post curing, low volatile organic compound (VOC) emissions, energy efficiency, fast processing speeds, compact plant size, and excellent finish quality.

Tripropylene Glycol, Acrylate Grade is specifically monitored for acidity, aldehydes and peroxides contents that can cause color and operational problems in the synthesis of the diacrylates. Typical values for these impurities are in the low ppm range.

Storage and Handling
TPG Ac is stable for at least six months when stored at ambient temperatures in closed containers and away from sunlight and other sources of UV light.
Where product heating is utilized (i.e. for bulk storage and/or transport containers) the product temperature should be controlled to prevent unintentional overheating over extended periods as this may potentially lead to accelerated oxidative degradation of the product. As a general guide XX recommends heating up to not more than 40° C. Nitrogen padding is recommended.

For more details about product handling and safety information, please refer to the XX Material Safety Data Sheet (MSDS).

Translation – Italian

Tripropilenglicole, grado acrilato di XX

Descrizione generale
Il Tripropilenglicole, grado acrilato (TPG Ac) è un glicole tripropilenico ad alta purezza prodotto per contenere solo bassi livelli di composti carbonilici e perossidici, il che lo rende ideale da usare come intermedio chimico reattivo nel settore della polimerizzazione per radiazione. Il TPG, un coprodotto dell’idrolisi ad alta temperatura/pressione dell’ossido di propilene con acqua per formare monopropilenglicole, è un liquido incolore, idrosolubile, bassa tossicità, bassa tensione di vapore, viscosità media, liofobo con un debole odore caratteristico di glicole.

Il prodotto è disponibile presso XX in grandi quantità sotto forma di materiale distillato con un test tipico di purezza minima del 99%. A richiesta, è disponibile in Europa un TPG di grado acrilato ad alta purezza con un test tipico del 99,5% minimo. Il nostro processo di produzione rigidamente controllato definisce la composizione uniforme e la distribuzione degli isomeri del prodotto, che comprende i seguenti isomeri:

1,1′-[(1-metil-1,2-etanediil)bis(ossi)]bis-2-propanolo (CAS 1638-16-0)
(sec, sec-tripropilenglicole)
2,2′-[(1-metil-1,2-etanediil)bis(ossi)]bis-1-propanolo (pri, pri-tripropilenglicole)
2-[1-(2-idrossipropossi)-2-propossi]-1-propanolo (pri, sec-tripropilenglicole)
2-[2-(2-idrossipropossi)-propossi]-1-propanolo (CAS 45096-22-8) (pri, sec-tripropilenglicole)

Applicazioni
Il Tripropilenglicole, grado acrilato è appositamente progettato per essere usato come materia prima per formulazioni polimerizzabili per radiazione. Solitamente, si fa reagire con acido acrilico in una reazione di esterificazione per formare diacrilato di tripropilenglicole, un ingrediente importante nel settore della polimerizzazione per radiazione in rapida crescita. Il diacrilato di TPG si usa come diluente reattivo per abbassare la viscosità delle formulazioni prima dell’applicazione. La polimerizzazione per radiazione si usa per applicazioni di inchiostri di stampa, vernici, pitture e rivestimenti e offre vari vantaggi, incluso nessuna postpolimerizzazione, basse emissioni di composti organici volatili (VOC), efficienza energetica, rapide velocità di lavorazione, dimensioni compatte dello stabilimento e una eccellente qualità di finitura.

Il Tripropilenglicole, grado acrilato è appositamente monitorato per controllarne l’acidità, i contenuti di aldeidi e perossidi che possono provocare problemi di colore e funzionamento nella sintesi dei diacrilati. I valori tipici per queste impurità sono compresi nell’intervallo ppm basso.

Manipolazione e immagazzinaggio
Il TPG Ac è stabile per almeno sei mesi se conservato a temperatura ambiente in contenitori chiusi e lontano dalla luce solare e altre fonti di luce UV.
Laddove si usi il riscaldamento del prodotto (cioè, per immagazzinaggio in bulk e/o contenitori da trasporto), occorre tenere sotto controllo la temperatura del prodotto onde evitare un surriscaldamento accidentale per lunghi periodi, che potrebbe potenzialmente portare alla degradazione ossidativa accelerata del prodotto. In linea generale, XX raccomanda di non riscaldare oltre i 40° C. Si consiglia l’inertizzazione dell’azoto.

Per ulteriori dettagli sulla manipolazione del prodotto e le informazioni sulla sicurezza, consultare la Scheda dei dati di sicurezza del materiale di XX (MSDS).

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close